Sensore CO

Fibaro
CODICE: FIBEFGCD-001
Z-Wave+
  • Sensore per misurare la concentrazione di monossido di carbonio (CO) nell'aria
  • Sirena di allarme integrata
  • Allarme visuale tramite LED
  • Chassis compatto
  • Supporta la modalità sicura di Z-Wave con crittografia AES-128
  • Può essere utilizzato anche in assenza di centrale
  • Montaggio a parete
  • Sensore di temperatura integrato
  • Tecnologia wireless: Z-Wave Plus

99,49

DISPONIBILE

(€ 81,55 + IVA)

Che cos'è?

È un sensore salvavita di monossido di carbonio, un gas velenoso inodore e insapore.

Che cosa fa esattamente?

Il Sensore CO di Fibaro è un sensore salvavita di monossido di carbonio a batteria ultraleggero e compatto, concepito per essere montato a parete, che rispetta le direttive della normativa EN 50291-1:2010. La sua elevata sensibilità lo rende in grado di rilevare la presenza di monossido di carbonio (CO) già alle prime avvisaglie e prevenire così conseguenze immediate per la salute degli occupanti della stanza, da un blando malessere generale fino all'avvelenamento, potenzialmente mortale. L'allarme viene segnalato da una sirena e da un LED lampeggiante, e inviando il segnale alla centrale e ai dispositivi presenti nella rete Z-Wave. Il Sensore CO di Fibaro ha inoltre a bordo un sensore di temperatura, che riporta valori precisi alla centrale e può essere utilizzato per scenari di termoregolazione. Sulle centrali Fibaro i valori di CO rilevati dal dispositivo sono memorizzati in un archivio storico, e potrai visualizzarli in grafici chiari e comprensibili.

Come si installa?

Il Sensore CO di Fibaro va installato a parete, ad almeno 30 centimetri di distanza dal soffitto e dagli angoli, e a circa 1,5/1,8 metri dal pavimento, tramite i due tasselli forniti (in alternativa, se la vernice della parete è ben ancorata, si può utilizzare del nastro biadesivo forte). Per attivarlo una volta fissato alla parete, svita il coperchio ruotandolo in senso antiorario, rimuovi la striscia di cartoncino che isola la batteria e riavvita il dispositivo al coperchio. Dovrai quindi accoppiarlo alla centrale utilizzando il pulsante sulla parte frontale.Le istruzioni specifiche per la tua centrale le troverai nel manuale in italiano che iDomotica ti metterà a disposizione dopo l'acquisto, nella tua area riservata del sito.

Quanto dura la batteria?

Mantenendo i parametri di fabbrica, la batteria può arrivare a durare 24 mesi. Naturalmente puoi programmare la centrale in modo che ti avverta con una email o una notifica push sul tuo dispositivo mobile quando la carica si sta esaurendo.

Che cos'altro mi serve per farlo funzionare?

Puoi utilizzare il Sensore CO di Fibaro anche da solo: ti segnalerà alte concentrazioni di monossido di carbonio con la sua sirena e il LED lampeggiante. Per avere le notifiche sullo smartphone, accedere ai grafici dei rilevamenti e al controllo da remoto, ti servirà però una centrale di controllo.

Caratteristiche

  • Sensore per misurare la concentrazione di monossido di carbonio (CO) nell'aria
  • Sirena di allarme integrata
  • Allarme visuale tramite LED
  • Chassis compatto
  • Supporta la modalità sicura di Z-Wave con crittografia AES-128
  • Può essere utilizzato anche in assenza di centrale
  • Montaggio a parete
  • Sensore di temperatura integrato
  • Tecnologia wireless: Z-Wave Plus

Con quali centrali è compatibile?

Per le informazioni dettagliate sulla compatibilità di questo dispositivo con le varie centrali, fai riferimento alla linguetta Compatibilità.

Che tecnologia di comunicazione utilizza?

Sensore CO utilizza Z-Wave Gen 5, che rispetto alla precedente Gen 3 offre un miglioramento del 50% nella durata delle batterie, un incremento del raggio di trasmissione del 67%, il 250% di banda di comunicazione in più, tre canali F per una maggiore immunità ai disturbi radio, nuove funzioni di inclusione Plug-and-Play network-wide, un'auto-riparazione migliorata e una maggiore tolleranza ai problemi di trasmissione (con la funzione Explorer Frame). È stato inoltre implementato un metodo standardizzato per l'aggiornamento del firmware Over-The-Air (OTA).